APPUNTAMENTI DI NOVEMBRE…E NON SOLO!

Ecco gli  interessanti ed imperdibili appuntamenti promossi dalla Strada del Torcolato e dal Consorzio Tutela Vini DOC Breganze:

  •   Domenica 11 novembre 2012 “Calici a San Martino”: in occasione dell’Antica Fiera di San Martino dalle ore 15:00 alle 19:00 presso il parco della Comunità Montana Astico Brenta di Breganze si potranno degustare i vini più rappresentativi della DOC Breganze accompagnati dagli “Street Food” elaborati dal Circolo Arci la Ciacola. Sarà possibile inoltre visitare la splendida Ghiacciaia della Comunità Montana dall’Astico al Brenta.
  • – Mercoledì 21 novembre 2012 Serata di Degustazione “Alla scoperta degli Chateaux di Bordeaux” alle ore 20:00 presso la Cantina Maculan di Breganze. Fausto Maculan presenterà una delle regioni viticole più importanti al mondo attraverso la degustazione di sette vini tra i più rappresentativi di Bordeaux. La serata è a numero chiuso con prenotazione obbligatoria . Clicca qui per scaricare il Programma.
  • – “Prima del Torcolato Vendemmia 2012”: in attesa di ricevere il programma dettagliato della manifestazione vi consigliamo di segnare in agenda la data della 18ma edizione della Prima del Torcolato, che avrà luogo a Breganze Domenica 20 gennaio 2013. Tra le iniziative collaterali alla Prima del Torcolato vi segnaliamo l’ottava edizione del concorso per creare l’etichetta da apporre alle bottiglie celebrative della “Prima del Torcolato” .  Clicca qui per scaricare il Regolamento.

Seguiteci su  FacebookStradadelTorcolato.

VESPAIOLONA 2012: ISTRUZIONI PER L’USO

Manuel Xausa presenta la Vespaiolona 2012, il 22 giugno a Breganze e dintorni: tutto quello che c’è da sapere, fare, degustare in occasione della notte bianca (e rossa…) DOC della Pedemontana Vicentina.

Info:  0445-300595,   stradadeltorcolato@libero.it

BOTTE PICCOLA, GRANDI VESPAIOLI

La vendemmia della Doc Breganze promette ottimi rossi e autoctoni.
Quantità d’uva leggermente inferiori a causa della siccità, ma di qualità eccellente.

Breganze, 6 ottobre 2012
Nella botte piccola sta il vino buono. Un detto popolare che calza a pennello con la vendemmia di quest’anno. Nel consorzio della Doc Breganze la raccolta dei grappoli di Vespaiola e delle altre uve caratteristiche è stata leggermente inferiore al solito, in quantità, ma c’è molta attesa per le performance qualitative dei vini. E qualcuno già scommette che saranno superiori anche a quanto promesso dal proverbio.
«Abbiamo ultimato la raccolta delle varietà a bacca rossa ed i migliori grappoli di Vespaiola sono già in appassimento per ottenere il Torcolato – spiega Plinio Bonollo, presidente del Consorzio Doc – per ora si può dire che siamo di fronte a una produzione di buonissima qualità. Leggermente inferiore in termini quantitativi rispetto alla media degli ultimi anni, circa un venti per cento in meno, ma il livello è eccellente». Il ragionamento, secondo Bonollo, vale sia per gli storici ed apprezzati vini rossi della pedemontana vicentina quali Pinot Nero, Merlot e Cabernet, sia per il Vespaiolo, vino autoctono caratteristico dell’area breganzese, con un nome che richiama la predilezione che le vespe dimostrano per le sue uve a bacca bianca durante la fase di maturazione. La qualità si riscontra in particolare «nell’elevato tenore zuccherino, da un ampio corredo di aromi, profumi, gusti e pigmenti» osserva il presidente del Consorzio. Ce n’è abbastanza per scommettere su bottiglie di ottima qualità, sia per il Vespaiolo che per le altre produzioni enologiche.
E la Doc ha un ulteriore motivo per festeggiare, in questi giorni: secondo indiscrezioni molto attendibili due vini a Doc Breganzese sono infatti stati inseriti nell’elite dei vini italiani dalla Guida Vini d’Italia 2013 dell’Espresso.
Entrambi i vini d’“Eccellenza” (sono classificati come eccellenze con punteggio superiore ai 18/20) hanno come base uva Vespaiola: il Breganze Vespaiolo “Vignasilan” di “Contra’ Soarda” e il Breganze Torcolato di “Ca’ Biasi”. Essere “autoctoni” breganzesi premia.

Saccaromices cerevisiæ, ma quale “sconosciuto”!

Sono le vespe ed i calabroni i detentori dei lieviti che fermentano l’uva.
Scoperto l’«anello mancante» del ciclo del lievito di vino.

Breganze, 20 settembre 2012

Viene dall’Istituto Agrario di San Michele all’Adige una scoperta straordinaria che chiude il “ciclo metabolico” del lievito responsabile della fermentazione di vino, birra e pane. Il Saccaromices cerevisiæ detto anche “fungo del saccarosio”, responsabile della trasformazione del mosto in vino grazie alla fermentazione dello zucchero in alcool, fino ad ora era stato studiato solo “dalla vigna al bicchiere”. La sua presenza finora era nota sui grappoli ma su dove risiedesse nei mesi invernali e primaverili, prima della fruttificazione dell’uva, nulla si sapeva.

Un pool di ricercatori dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige (Fondazione Edmund Mach), dell’Università di Firenze e del Centre national de la recherche scientifique, Institut de Génétique Moléculaire di Montpellier si sono cimentati nella risoluzione di questo dilemma, giungendo ad una conclusione sorprendente: sono i vespidi, in particolare Vespula vulgaris (vespa comune europea) e Vespa crabro (calabrone), gli insetti responsabili della custodia e del trasporto sulle piante dei lieviti che determineranno la fermentazione dei mosti.
La rivelazione del legame tra vespe, calabroni ed il Saccaromices cerevisiæ, diventa quindi la scoperta dell’anello mancante di un sistema complesso d’interdipendenze, addirittura fra specie appartenenti a regni diversi.
A Breganze, nella cuore della Pedemontana vicentina, la notizia è stata accolta nel pieno della vendemmia dell’uva Vespaiola, così chiamata in quanto esercita un’attrazione particolarissima sulle vespe, sedotte dal profumo e dall’alto contenuto zuccherino dell’uva matura.
Dall’uva vespaiola, che è esclusivamente coltivata nella zona a DOC Breganze, si ottengono un vino fresco e fruttato, il “Vespaiolo”, vinificato anche in versione spumante e, dopo un lento appassimento dei migliori grappoli selezionati, il dolce (e meraviglioso) Torcolato.
Il presidente della Strada del Torcolato e dei vini di Breganze, Fausto Maculan, ha commentato così la notizia: «Sappiamo per senso comune che un mondo senza le api è un mondo senza futuro. Oggi questa ricerca ci dà la certezza che il mondo enologico non avrebbe futuro anche senza le vespe, perché sono questi stessi insetti i custodi del lievito durante il periodo invernale. Sono quindi loro che ridepositano i lieviti sulle piante al momento opportuno, durante i loro voli. Tutto ciò, da una parte ci consente di attivare la sintesi dell’alcole nel mosto e di produrre il vino, dall’altra ci conferma che l’unicità dei nostri vini è dovuta anche alla differenziazione dei lieviti inoculati nell’uva dalle vespe».
Un’ulteriore occasione per brindare con Vespaiolo e Torcolato, vini così profondamente legati al mondo delle vespe.
La ricerca integrale è stata pubblicata dalla rivista USA “PNAS – Proceedings of the Natural Academy of Sciences”.

“Ristorante in Piazza” a Breganze

Venerdì 7 settembre torna  Ristorante in Piazza, tradizionale appuntamento del settembre breganzese, giunto alla sua diciassettesima edizione.

Il menù, che si preannuncia ricco e succulento, sarà ovviamente accompagnato dai nostri migliori vini.

Appuntamento quindi in Piazza Mazzini, venerdì 7 settembre alle ore 20.30

 

L’accesso alla cena è solo su prenotazione.

Affrettatevi i posti sono limitati!!!

Per Info e Prenotazioni:

Associazione Commercianti 0445 – 873449

Pro Loco Breganze 0445 – 874367  (orari: dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13.30)

 

VESPAIOLONA 2012 – La notte bianca (…e rossa) di Breganze

Solstizio d’estate, a Breganze, è sinonimo di Vespaiolo. Anzi, di Vespaiolona: venerdì 22 giugno arriva la quinta edizione della notte “bianca e rossa”, l’occasione giusta per visitare le cantine della DOC Breganze e assaporare i pregiati vini che hanno reso famosa questa terra, primo fra tutti proprio quello che deriva dalla spremitura dell’uva vespaiola.

L’evento, organizzato dal Consorzio Tutela Vini DOC Breganze e della Strada del Torcolato, quest’anno si fregia di un primato in più: oltre che su Facebook e Twitter verrà promosso, fra i primi in Italia, anche sul social network Pinterest, specializzato in foto. La Vespaiolona inizierà alle ore 20:00 per finire a notte inoltrata e comprenderà, oltre alle degustazioni di vini e prodotti tipici, un ricco programma di eventi e spettacoli pensati all’insegna del divertimento e del “tirar tardi”, naturalmente evitando gli eccessi! Il tutto nella massima sicurezza, visto che anche quest’anno ci sarà una schiera di bus-navetta che dal centro di Breganze porteranno il pubblico a scoprire le cantine del territorio che aderiscono: Tenuta Bastia a Montecchio Precalcino, Todeschini Vigne di Valle Zaccona a Fara Vicentino, Cantina La Costa a Sarcedo presso Villa Cà Dotta ed a Breganze Ca’ Biasi, Cantina Beato Bartolomeo, Col Dovigo, Maculan, Firmino Miotti, Vitacchio Cav. Guerrino nelle rispettive cantine mentre, presso il parco della Comunità Montana Astico Brenta Bonollo Giuseppe e Gastaldia Vini. L’evento è a numero chiuso: al prezzo di quindici euro i visitatori otterranno un “kit-pass” per spostamenti illimitati con il bus navetta, il bicchiere da degustazione e cinque assaggi di vino. Per informazioni va contattata la Segreteria Organizzativa  nella sua sede presso la Comunità Montana Astico Brenta in Piazza Mazzini 18 a Breganze ( a fianco della Cantina Maculan) ai numeri 0445/300595 e 348/3028340 o mail a stradadeltorcolato@libero.it.

SEMPRE PIU’ APPASSIONATI DEL BUON BERE A BREGANZE, PER LA “PRIMA” DEL TORCOLATO

Il neo Ambasciatore del Torcolato nel mondo Luca Rigoni con i neo Fragliati Anna Maria Fiengo ed Emmanuele Cattelan

In alto i calici, è la Prima del Torcolato 2012. Il rito della pigiatura dei grappoli passiti dell’uva Vespaiola, vanto della Pedemontana Vicentina e in particolare della zona DOC breganzese, si ripete di anno in anno e domenica, a Breganze, ha attirato migliaia di appassionati del Torcolato che hanno voluto assistere e “gustare” la tradizionale spremitura in piazza.
Premiata da una bella giornata di sole, domenica in piazza Mazzini a Breganze la festa della prima spremitura ha riscosso anche più apprezzamenti del solito: sia gli esperti degustatori che i semplici appassionati hanno apprezzato molto la possibilità di fare un “tour” per le cantine dell’area a Denominazione d’origine controllata, aperte anche al mattino per il primo anno. La festa del grande passito della Pedemontana breganzese, tanto famoso per quel suo gusto “dolce non dolce” e dai caratteristici aromi e riflessi dorati, è stata organizzata dalla Strada del Torcolato, dal Consorzio di Tutela Vini DOC Breganze e dalla Magnifica Fraglia del Torcolato. La manifestazione con il trascorrere delle ore è andata in crescendo, raggiungendo il momento più intenso al pomeriggio con la cerimonia della spremitura quando tutti si sono stretti sotto il palco, pronti con il bicchiere in mano per assaggiare il primo mosto di Torcolato. Per pigiare le uve è stato utilizzato un antico torchio contadino, collocato al centro della piazza e circondato, oltre che dalla folla ansiosa di degustare il Torcolato 2012, dalla confraternita della Magnifica Fraglia del Torcolato con i costumi tipici che la contraddistingue. A fare gli onori di casa hanno pensato il sindaco di Breganze, Silvia Covolo, e il presidente dell’associazione “Pedemontana.Vi” Nazzareno Leonardi. Soddisfatto anche Fausto Maculan, presidente della Strada del Torcolato: «Durante la Prima del Torcolato, nelle cantine, in piazza, negli stand gastronomici, nei bar e nei ristoranti è stata consumata una quantità di Torcolato pari a circa 20.000 bicchieri. Il diciassettesimo compleanno del nostro vino dolce DOC non poteva avere un brindisi più grande. A nome di tutti i produttori ho il piacere dare già appuntamento a tutti alla festa per i 18 anni di questa nostra DOC, la terza domenica di gennaio del 2013».
Durante la manifestazione si è svolta la premiazione del concorso “Realizza l’etichetta della Prima del Torcolato”, che quest’anno ha premiato Mara Capitanio di Sarcedo con l’etichetta “InTorcolato”. Sono state inoltre battute all’asta le bottiglie del Torcolato di due anni fa: un’iniziativa a fini benefici, il cui incasso, anche con il Contributo verrà destinato all’associazione Sankalpa Onlus di Padre Ireneo Foscarini, che li impiegherà per acquistare un nuovo veicolo.
Due sono inoltre i nuovi Fragliati: Anna Maria Fiengo ed Emmanuele Cattelan, notaio ed imprenditore entrambi di Thiene.
Infine, un nuovo nome è andato ad arricchire il parterre de rois degli “Ambasciatori del Torcolato” nel mondo: a personalità dello spicco di Paolo Scaroni, Gian Antonio Stella e Filippo Pozzato, solo per citarne alcuni, si è aggiunto Luca Rigoni, direttore di TgCom24. Il giornalista, originario dell’area di Asiago, ha anche ricevuto il premio che correda ogni nomina: una cassetta di bottiglie di Torcolato della DOC di Breganze.

Prima del Torcolato 2012

Breganze, 15 Gennaio 2012

“Prima del Torcolato” a energia solare!
Cantine aperte e festa popolare per la spremitura dell’uva Vespaiola appassita

Si rinnova con la 17esima edizione la manifestazione dedicata alla torchiatura della vespaiola appassita, destinata alla produzione del prestigioso vino dolce bianco della Pedemontana vicentina. Rivoluzione nella formula: le cantine aprono al mattino. Alle 14.30 inizio della festa in piazza Mazzini con il “Brindisi in campanile”.
Per l’occasione, il giornalista Luca Rigoni sarà investito del titolo e dell’onere della carica di “Ambasciatore del Torcolato nel Mondo”; seguono la premiazione dell’etichetta vincitrice del concorso per il Torcolato di Prima della Vendemmia 2011, la proclamazione dei nuovi confratelli della Magnifica Fraglia del Torcolato e l’asta di beneficenza delle bottiglie di due anni fa. Prevista anche la partecipazione di bellissimi animali per l’incredulità dei più piccoli.

Sarà una piazza a energia solare quella della 17esima edizione della Prima del Torcolato. L’Astro è assicurato: è quello della scorsa estate. Racchiuso nell’uva Vespaiola appassita, il sole dell’anno passato è stato con essa venedemmiato a settembre, insieme con l’acqua di scioglimento delle nevi dell’Altopiano di Asiago e con una terra buona, lavorata con devozione. Diventerà pertanto sole in bottiglia: il Torcolato 2011, per regalare ai fortunati detentori del prezioso liquido giallo-oro Breganze DOC, un raggio di liquida dolcezza.
La “Prima” si svolge dal 1996, da allora attira a Breganze migliaia di appassionati. La fama del Torcolato supera addirittura i confini nazionali: deve il suo nome alla tradizionale modalità di appassimento delle uve, attorcigliate (torcolate) su fili appesi in soffitte ben ventilate, ed è noto per un gusto caratteristico che coniuga dolcezza ed equilibrio con le giuste dosi di acidità e freschezza e note caratteristiche di albicocche secche, mandorle dolci, scorze di agrumi, nocciole e datteri, tutto tenuto insieme da del miele di fiori bianchi.
Molte sono le novità dell’edizione di quest’anno della Prima, a cominciare dall’apertura al pubblico della manifestazione fin dal mattino. Le cantine produttrici ospiteranno i visitatori a partire dalle 10 e fino alle 12.30, quindi alle 14.30 è prevista la convergenza in piazza Mazzini per il “Brindisi in campanile”, con la possibilità di partecipare, a gruppetti, a visite guidate alla torre più alta della capitale vicentina delle colombare. Infatti Breganze, oltre che del Torcolato è paese dei Toresani, giovani piccioni che trovano in una lenta cottura allo spiedo e nella degustazione con la “Poenta onta” (polenta fritta nella leccarda di cottura), una loro gustosa ragion d’essere – e qualcuno dice che il fatto di nascere nella seconda torre campanaria più alta del Veneto, non significhi per forza non poter partecipare a un bel banchetto.
Prima della spremitura, che avverrà intorno alle 16, avrà luogo la proclamazione del giornalista Luca Rigoni “Ambasciatore del Torcolato nel mondo”. Il direttore del TgCom24, di Asiago, insieme all’onorificenza del titolo, riceverà il corredo diplomatico necessario ad adempiere alla propria funzione: una cassetta di Torcolato di tutti i produttori della DOC vicentina.
Sarà quindi la volta della premiazione dell’etichetta vincitrice dell’apposito concorso: come ad una sfilata di moda ma con bottiglie di Torcolato a fare da modelle, pronte a scendere in passerella. Il disegno del primo classificato diventerà l’abito delle bordolesi chiare della prima spremitura di Torcolato di quest’anno, ma tutti e tre i primi classificati riceveranno un riconoscimento e le loro realizzazioni potranno essere ammirate, per tutto il 2012, nella sede della “Strada”.
Dopo la nomina dei nuovi confratelli della Magnifica Fraglia del Torcolato, avrà luogo la spremitura dei grappoli d’uva Vespaiola nel vecchio torchio appartenuto al nonno di Innocente Dalla Valle, uno dei produttori di questo impareggiabile vino.

Apertura Straordinaria delle Cantine della D.O.C. Breganze per la Prima del Torcolato:

TENUTA BASTIA

Via Bastia, 10 – 36030 Montecchio Precalcino – Tel 0445 864923 – mail tenutabastia@mac.com – sito www.tenutabastia.com

Titolo: Torcolato e Torcolatini…in posa!

Il Torcolato Bastia ed i deliziosi dolci preparati dalle premurose mani della Luisa cercano fotografi pronti ad immortalarli nel splendido scorcio della Bastia. Inoltre il Bastia Brut n° 10 incontrerà alcune preparazioni tipiche locali. (prezzo di 5 euro per il pubblico)

BONOLLO GIUSEPPE

Via Alteo, 23 – 36030 Fara Vicentino – Tel 0445 897149 – mail m_bonollo@yahoo.it

Titolo: Dall’Alteo Riesling e Torcolato
Se le dolci colline di Fara vorrete apprezzare, ma anche gli altri sensi premiare, vi aspettiamo con i nostri Riesling e Torcolato, accompagnati da crostini e biscotti per il vostro palato. (prezzo di 5 euro per il pubblico)

CA’ BIASI

Via Fratte, 12 – 36042 Breganze – Tel 0445 851069 – mail cabiasi@libero.it

Titolo: Vetro e Torcolato: sia dolce che salato.

L’amico vetraio Massimo Lunardon cerca di creare il bicchiere ideale al nostro Torcolato. Troverete inoltre i nostri Vespaiolo e Torcolato abbinati a preparazioni sia dolci che salate. (prezzo di 5 euro per il pubblico)

CANTINA BEATO BARTOLOMEO DA BREGANZE

Via Roma, 100 – 36042 Breganze – Tel 0445 873112 – mail info@cantinabreganze.it – sito www.cantinabreganze.it

Titolo: 100% Vespaiola: viaggio enogastronomico intorno al vitigno emblema di Breganze
Vini in degustazione: Vespaiolo Savardo 2010, Vespaiolo Spumante Extra Dry,
Vespaiolo Spumante Demi-sec, Torcolato Riserva Bosco Grande 2008. La degustazione sarà accompagnata dalle specialità gastronomiche realizzate dagli artigiani del territorio con il Torcolato come ingrediente: Sopressa al Torcolato, Formaggio affinato nel Torcolato, Pane al Torcolato, Tortino al cioccolato con crema al Torcolato. (prezzo di 7 euro per il pubblico)

COL DOVIGO

Via Brogliati Contro, 38– 36042 Breganze – Tel 0445 874264– mail info@coldovigo.com

Titolo: Saxofonia di Torcolato con duetto di Vespaioli

Degustazione di Baccalà mantecato con il Vespaiolo spumante millesimato Perlena, involtini con radicchio trevisano e pancetta gratinati al forno con formaggio Asiago, abbinati con il Vespaiolo fermo e cantuccini al Torcolato e Torcolato. Il tutto allietato da una soffice sinfonia di sax. (prezzo di 7 euro per il pubblico)

MACULAN

Via Castelletto, 3 – 36042 Breganze – Tel 0445 873733 – mail info@maculan.net – sito www.maculan.net

Titolo: Verticale di tre decadi di Torcolato

Dopo la visita in cantina spazio ad una indimenticabile verticale di tre annate di tre decenni diversi abbinate all’Asiago al Torcolato (prezzo di 5 euro per il pubblico)

MIOTTI FIRMINO

Via Brogliati Contro, 53– 36042 Breganze – Tel 0445 873006 – mail info@firminomiotti.it – sito www.firminomiotti.it

Titolo: Autoctoni breganzesi.

Franca presenterà 3 autoctoni non convenzionali: Pedevendo, Sampagna e Gruajo. (prezzo di 5 euro per il pubblico)

TODESCHINI Vigne di Val Zaccona

Via Val Zaccona, 25/a – 36030 Fara Vicentino – Tel 0445 884665 – mail info@valzaccona.com – sito www.valzaccona.com

Titolo: Sciabolatura…e non solo

Verrà proposta la Sciabolatura e l’assaggio del Metodo Classico Millesimato 2009 a base Vespaiola, con degustazioni di nervetti o trippe e visite guidate della cantina Todeschini. (prezzo di 5 euro per il pubblico)

VIGNAIOLI CONTRA’ SOARDA

Strada Soarda, 26 – 36061 Bassano del Grappa – Tel 0424 505562

mail info@contrasoarda.it – sito www.contrasoarda.it

Titolo: Mini Tour Soarda
Potrete scoprire la splendida cantina in un percorso con tre distinte tappe: visita alla soardoteca, alla barricaia e alla zona di produzione fino all’enotavola con la degustazione dei vini di Contrà Soarda in abbinamento a prodotti tipici locali. (prezzo di 10 euro per il pubblico)

VIGNETO DUE SANTI

Viale Asiago, 84 – 36061 Bassano del Grappa – Tel 0424 502074

mail vignetoduesanti@virgilio.it– sito www.vignetoduesanti.it

Titolo: Il Cru Due Santi
Adriano e Stefano Zonta presentano tre vini espressione della Tenuta di famiglia: Bianco Rivana, Due Santi Cabernet e Torcolato. (prezzo di 10 euro per il pubblico
)

VILLA ANGARANO BIANCHI MICHIEL

Via Corte, 15 – 36061 Bassano del Grappa – Tel 0424 503086

mail info@villaangarano.com – sito www.villaangarano.com

Titolo: I vini di Angarano, una Storia Antica
Le sorelle Carla e Giovanna Bianchi Michiel vi accolgono nella antica Villa per degustare alcuni preziosi vini di Villa Angarano: Cà Michiel, Merlot, Quare di Angarano. Degustazione abbinata ad un assaggio di Asiago e Soppressa. (prezzo € 10 per il pubblico)

VITACCHIO CAV. GUERRINO

Via Brogliati Contro, 50– 36042 Breganze – Tel 0445 873689 – mail massimo.vitacchio@email.it

Titolo: Vespaiolo, Refosco e Torcolato

La cantina Vitacchio presenta tre dei suoi vini espressione del territorio abbinati a tre prodotti tipici: Sopressa, formaggio Vezzena e Cantuccini. (prezzo di 5 euro per il pubblico)

Prima del Torcolato 2012

“Prima del Torcolato” a energia solare!
Cantine aperte e festa popolare per la spremitura dell’uva Vespaiola appassita

Si rinnova con la 17esima edizione la manifestazione dedicata alla torchiatura della vespaiola appassita, destinata alla produzione del prestigioso vino dolce bianco della Pedemontana vicentina. Rivoluzione nella formula: le cantine aprono al mattino. Alle 14.30 inizio della festa in piazza Mazzini con il “Brindisi in campanile”.
Per l’occasione, il giornalista Luca Rigoni sarà investito del titolo e dell’onere della carica di “Ambasciatore del Torcolato nel Mondo”; seguono la premiazione dell’etichetta vincitrice del concorso per il Torcolato di Prima della Vendemmia 2011, la proclamazione dei nuovi confratelli della Magnifica Fraglia del Torcolato e l’asta di beneficenza delle bottiglie di due anni fa. Prevista anche la partecipazione di bellissimi animali per l’incredulità dei più piccoli.
Sarà una piazza a energia solare quella della 17esima edizione della Prima del Torcolato. L’Astro è assicurato: è quello della scorsa estate. Racchiuso nell’uva Vespaiola appassita, il sole dell’anno passato è stato con essa venedemmiato a settembre, insieme con l’acqua di scioglimento delle nevi dell’Altopiano di Asiago e con una terra buona, lavorata con devozione. Diventerà pertanto sole in bottiglia: il Torcolato 2011, per regalare ai fortunati detentori del prezioso liquido giallo-oro Breganze DOC, un raggio di liquida dolcezza.
La “Prima” si svolge dal 1996, da allora attira a Breganze migliaia di appassionati. La fama del Torcolato supera addirittura i confini nazionali: deve il suo nome alla tradizionale modalità di appassimento delle uve, attorcigliate (torcolate) su fili appesi in soffitte ben ventilate, ed è noto per un gusto caratteristico che coniuga dolcezza ed equilibrio con le giuste dosi di acidità e freschezza e note caratteristiche di albicocche secche, mandorle dolci, scorze di agrumi, nocciole e datteri, tutto tenuto insieme da del miele di fiori bianchi.
Molte sono le novità dell’edizione di quest’anno della Prima, a cominciare dall’apertura al pubblico della manifestazione fin dal mattino. Le cantine produttrici ospiteranno i visitatori a partire dalle 10 e fino alle 12.30, quindi alle 14.30 è prevista la convergenza in piazza Mazzini per il “Brindisi in campanile”, con la possibilità di partecipare, a gruppetti, a visite guidate alla torre più alta della capitale vicentina delle colombare. Infatti Breganze, oltre che del Torcolato è paese dei Toresani, giovani piccioni che trovano in una lenta cottura allo spiedo e nella degustazione con la “Poenta onta” (polenta fritta nella leccarda di cottura), una loro gustosa ragion d’essere – e qualcuno dice che il fatto di nascere nella seconda torre campanaria più alta del Veneto, non significhi per forza non poter partecipare a un bel banchetto.
Prima della spremitura, che avverrà intorno alle 16, avrà luogo la proclamazione del giornalista Luca Rigoni “Ambasciatore del Torcolato nel mondo”. Il direttore del TgCom24, di Asiago, insieme all’onorificenza del titolo, riceverà il corredo diplomatico necessario ad adempiere alla propria funzione: una cassetta di Torcolato di tutti i produttori della DOC vicentina.
Sarà quindi la volta della premiazione dell’etichetta vincitrice dell’apposito concorso: come ad una sfilata di moda ma con bottiglie di Torcolato a fare da modelle, pronte a scendere in passerella. Il disegno del primo classificato diventerà l’abito delle bordolesi chiare della prima spremitura di Torcolato di quest’anno, ma tutti e tre i primi classificati riceveranno un riconoscimento e le loro realizzazioni potranno essere ammirate, per tutto il 2012, nella sede della “Strada”.
Dopo la nomina dei nuovi confratelli della Magnifica Fraglia del Torcolato, avrà luogo la spremitura dei grappoli d’uva Vespaiola nel vecchio torchio appartenuto al nonno di Innocente Dalla Valle, uno dei produttori di questo impareggiabile vino.